Profilo Nike+


Come già detto in precedenza non si capisce il perchè il sito Nike+ non sia fatto per Firefox.
Comunque… ecco la spiegazione di come fare ad entrare su questo sito anche se si usa Firefox come browser predefinito.

  • Bisognerà usare Safari o Internet Explorer se proprio si vuole entrare.

La spiegazione è fatta per chi dispone di un iPod (ma credo che cambi poco per chi ha il set Nike):

  1. Andare sulla scheda "Nike + iPod" su iTunes, relativa all’iPod collegato.
  2. Cliccare il bottone "Visita nikeplus.com"
  3. Si aprirà Firefox (o una nuova scheda se già aperto) con un indirizzo di questo tipo:

    http://www.nike.com/nikeplus/?token=StringaToken&v=2

    La StringaToken evidenziata in rosso dovrebbe identificarvi.
    Fermate la navigazione immediatamente, copiate questo indirizzo.

  4. Se al punto precedente non siete riusciti a copiare l’indirizzo perchè reindirizzati al sito mobile, riprovateci da capo. Chiudete la scheda e ricominciate dal punto 1.
  5. Aprite Safari/IE e incollateci questo indirizzo: a questo punto verrà proposta una pagina per l’immissione dei dati del vostro account Nike+ e, nel caso ne foste sprovvisti per crearne uno nuovo.
  6. Una volta entrati nel sito potrete visualizzare tutti i vostri dati passati. Quindi tutte quelle menate di cancellare a cronologia precedente sono inutili. Animoticon
 

P.S. Promessa: il prossimo post non parlerà di corsa. O affini.

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Rispondi

Nike+iPod


Ormai preso dall’ondata salutista, ho iniziato a correre. Notizia nuova si potrebbe pensare: no, vecchia, corro dall’anno scorso.
L’altro giorno però, preso da una follia numerologica ho deciso di comprare il sensore Nike per la corsa (pure questo è non vero, comprai le scarpe a New York appositamente…).
Comunque, visto che già ho l’iPod Touch che integra mezzo apparato Nike, perchè non comprare pure il resto, cioè il solo sensore? Infatti così è stato, 19 euri ed è passata la paura.
Il sensore in questione è questo:


(No, la scarpa non è mia e neanche la foto l’ho fatta io)

Questo sensore si può usare con l’iPhone e l’iPod Touch così com’è (lo infili in una scarpa Nike+ oppure usi qualche altro trucchetto "burino" con altre scarpe), oppure si compra il kit per iPod Nano (che costa 29 euri) o anche lo sport-kit della Nike (che non sò quanto costa e non lo cercherò…).
Il sensore non fa altro che contare i passi e trasmetterli all’app presente sull’iPod Touch che, in base al solo peso?!, calcolerà la distanza percorsa, il tempo impiegato, le calorie bruciate, la frequenza per chilometro e quanti anni vi rimangono da vivere. Ebbene si, gli anni.

Ovviamente la prima volta che si collegheranno i due apparecchi (sensore e iPod) bisognerà fare due passi per calibrarlo.
Come si può vedere dall’immagine, l’app prevede anche la possibilità di fruizione di musica durante l’allenamento e la scelta di una cosidetta "PowerSong": in pratica quando senti quella canzone dovresti gasarti e correre di più. C’è un modo per attivarla durante l’allenamento, ma non me lo ricordo. L’ultima volta che c’ho provato dal telecomandino delle cuffie ho messo l’app in pausa…Sarcastico
Comunque, scendo per strada mi faccio 4 km di corsa e devo dire che funziona per bene: 4 km è una distanza "anomala", bisogna crearsi una sessione di allenamento personalizzata e benchè abbia specificato nelle opzioni di parlarmi in KM, sull’iPod durante tutto l’allenamento fa bella mostra di sè il contatore in miglia. Mah… Comunque, per le sessioni personalizzate, avverte a metà percorso e gli ultimi 400 metri avverte ogni 100 metri.
Se si vuole invece fare una sessione di quelle esistenti (2, 5, 10 KM e 2, 5 e 10 Miglia) si verrà avveriti ogni KM o Miglio, in corrispondenza della scelta fatta.
Durante l’uso su strada ho però verificato che: l’app è stata scritta veramente male. Spesso crasha e i dati che recupera sono parziali, a volte non legge il sensore (succede le prime volte che si avvia l’app, ogni tanto) ma non ti avverte (dopo 2 km e mezzo ho visto che non mi avvisava e mi sono reso conto che non aveva registrato nulla, se non il tempo…).
Comunque, difetti a parte (che no, non incidono in modo così determinante) non mi posso lamentare più di tanto.
Ah, si, un’altra lamentela: il sito NikePlus a cui iTunes invia i dati non funziona con Firefox. Con Safari ed Explorer si, con Firefox si viene indirizzati alla pagina per i cellulari, che non contempla l’Italia. Fortuna che preso dal dubbio ho provato Safari, altrimenti avrei già mandato a quel paese la Nike e l’Apple… Comunque, per registrare i dati, da quel che ho capito bisogna fare così: si entra con Safari sul sito e ci si registra, una volta registrati si fa il login. A questo punto si attacco l’iPod al Pc/Mac e partirà in automatico iTunes, che chiederà di inviare di dati sul sito NikePlus. Dicendo si i dati verranno inviati – usando i dati di login che avete usato su Safari/Explorer. Non c’è altro modo per cambiare i dati.
Se state pensando a quello che sto pensando io, beh, vi dò ragione. Altrimenti lo esplicito: che modo di merda di inviare i dati.
Se avete avuto problemi, girovagando su internet ho scoperto che resettando la cronologia sull’iPod, quindi accedendo con Safari/Explorer, la sessione di corsa successiva dovrebbe funzionare a dovere… Se non vi funziona, predetevela con quel tizio, non con me.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Rispondi

PhotoSynth


Photosynth

PhotoSynth è un servizio gratuito messo a disposizione da Microsoft per la ricostruzione di panorami in 3D mediante la composizione di più immagini.
Si avvale di tecnologie di Computer Vision e bisogna dire che almeno dalle immagini sponsorizzate sulla home sembra che venga fuori un bel lavoro: così in vacanza sulla costiera amalfitana, con la fida macchinetta (Sony a200 con una lente 18-70mm e una lente 75-300mm) appresso mi sono proposto di provare ad usare questo servizio e i risultati devo dire sono stati soddisfacenti.
Non entusiasmanti, ma di certo più della schifezza che mi aspettavo.

Purtroppo la visuale è leggermente sfalzata: colpa anche del tipo di posa delle foto, non esattamente ad hoc per il lavoro. Comunque come si vede si può ammirare il porto di Salerno con sufficiente chiarezza.
Girando per lo stesso sito, a causa di chiarimenti circa la ricostruzione dell’arcata del duomo di Salerno a 360 gradi mi sono imbattuto in Microsoft ICE, degna spalla di Photosynth, che permette la costruzione automatica, a partire da una sequenza di foto, di immagini panoramiche su unico file e nel caso di sfruttare anche il servizio Photosynth: non sono provvede a creare un’unica immagine panoramica a partire da molte immagini originarie, ma compensa anche il problema dei 360 gradi a cui Photosynth andava incontro quando gli passavo le immagini delle arcate. Infatti il sistema Photosynth non riusciva a capire che la sequenza di foto fosse unica e quindi "spezzava" in 2 l’arcata facendone due semicerchi. Con Microsoft ICE ho risolto perfettamente caricando poi il risultato online.

Ed ecco il risultato dell’utilizzo di Microsoft ICE per la costruzione di foto panoramiche:

Capo di Conca

(Cliccando si va su Picasa Web Album dove è possibile vederla in risoluzione piena)

Altri Panorami disponibili su Photosynth:

P.S. Dubito che riceverò qualche bonifico da MS dopo questa mediocre recensione.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Rispondi

Maggio


Sembra che questo mese sia stato un buon affare: ormai sto al giro di boa, il 16 e quindi già metà me la son goduta.
Proprio un bel mese: festa, nuove amicizie, foto, allenamenti, lavoro… a parte ogni tanto il tempo teribbile ogni cosa fila veramente molto bene. A volte mi sembra addirittura un sogno per quanto. Speriamo che duri: di certo l’impegno per farlo durare c’è.
Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Rispondi

“Il potere e la grazia”


Mostra decisamente meritevole di tutte le lodi sentite per radio.
Se dovete andarci, portatevi un mazzo di carte, la fila dura almeno un’oretta. Ma non vi pentirete di aver atteso tanto, già ad iniziare dal biglietto gratuito partite contenti, per poi ritrovarvi catapultati nelle cristiane atmosfere di 1500 anni fa.
Camminare tra le grandi opere di un tempo, opere che hanno illustrato l’itera storia dei martiri ad intere generazioni di persone, opere che hanno fatto da unica scuola, che hanno affascinato re e imperatori vi farà sentire come dei privilegiati per circa 2 ore della vostra giornata.
Particolare del dito de 'San Giovanni Battista' di Leonardo

Ad essere onesti non è il San Giovanni Battista di Leonardo ad avermi attirato più di molto, nè il San Giovanni Battista di Caravaggio. Ma forse la mostra stessa, anzi, il discorso che, di stanza in stanza, veniva delineato da quadri via via sempre più intensi.

Le descrizioni di ogni sala erano puntuali e dopo averle lette si aveva una panoramica ottimale dell’ambiente circostante. Spesso un’intrufolata in qualche gruppo guidato ha chiarito l’idea su qualche opera (se non addirittura rivoluzionato…).
Ricca collezione di icone ortodosse (in particolare dedicate a San Nicola). Stranamente era quasi del tutto assente l’arte ispanica, parlo in generale anche perchè diverse opere venivano anche dal Prado.

Fortunato deja-vu di qualche opera vista qualche mesetto fa a Londra alla National Gallery.

Mi aspetto forbiti commenti su questo post: per l’occasione i commenti potranno votare su una scala da -1 a -10.
Una volta che faccio uno sforzo, vorrei esser ricompensato.

One week after…


Il sonno rimane.
O meglio, il corpo è stanco, le braccia stanche, le gambe stanche ma il cervello è in stasi.
C’ho pensato stanotte, e le ipotesi conclusive sono:

  • Studio troppo o faccio troppe cose, quindi sto diventando ingegnere. Probabilità 10%;
  • Quella che vivo non è la realtà, quindi il diavoletto di Cartesio mi gioca brutti scherzi, perchè nella realtà faccio palestra 10 ore al giorno e parlo del Grande Fratello con tutti. Probabilità 40%;
  • Sono nella realtà ma hanno finalmente acceso il minibar nella scatola cranica e i neuroni si stanno godendo il fresco. tanto la corrente la paga poi Pantalone… Probabilità 55%;

Il 5% in più è il resto-mancia per il servizio del minibar.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Rispondi

Sonno arretrato


Ormai son giorni che si dorme poco, si esce tanto e ci si sveglia presto.
Mi sembro mio nonno a dirlo, ma c’ho ‘na certa eta! Non le posso fa ‘ste cose!

Tra studio, studio, cene, studio e serate alchooliche non si sa piu a chi dare i resti: e pensare che per guardarmi un po’ di "Chuck" ho dovuto aspettare ben 5 giorni… Fino a poco tempo fa una cosa del genere non sarebbe stata credibile se detta da me.

Comunque, si va avanti.
Non ci vengo troppo spesso sul blog, ma il mio animo da 15enne ci mette un po’ a ricaricarsi ogni volta.
Anzi, non e vero, ci vengo a controllare se voi ci venite. Se poi vedo che ci sono solo i rotoli di paglia ci scrivo. Quattro cazzate ovviamente.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Rispondi