Destabilizzazione

L’abitudine: che perfetto distillato di pigrizia e meccanicità. Ridurre al minimo il pensiero e lo sforzo per l’organizzazione, pianficazione, movimenti, attività… Adoro l’abitudine.
E proprio all’interno di questo mese di maggio, dove le cose sembravano andare così bene, forse proprio perchè inconsciamente si stava sedimentando una certa dose di abitudine nella quotidianità, ecco che ripiomba il caos. Il caos che mal si concilia con la pigrizia innata: caos che stanca e attivi allo stesso tempo. Passo ormai il tempo a ordinare tutto i caos generato dagli eventi per ricostruire una sorta di "caos abitudinario" di facciata.
Una volta sarei andato nel pallone per una cosa del genere: ora col pallone mi ci diverto. O almeno, per adesso qualche calcio gliel’ho dato, arrivare a diverticisi è un altro paio di maniche. Eppure nella sua invadenza e imprevedibilità il caos mantiene una sua certa logica: proprio il mantenere la mente attiva, il ridestare la ragione sopita da tempo abitudinario rendono il caos il regno dell’attività mentale perenne.
No, non sono scemo. O almeno, se lo sono non è un guaio che mi è capitato di recente.

Ora ritorno a pasticciare con la colla però…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...